fbpx

La separazione consensuale

La separazione consensuale


Come fare una buona separazione consensuale: ricorso al Tribunale con un unico Avvocato oppure Negoziazione assistita da due Avvocati?


Dalla crisi di coppia alla separazione

migliori avvocati a Catania per separazione consensuale

Crisi di coppia. Le relazioni di coppia, sovente, si arenano per incomprensioni e diversità di vedute. Il progetto di vita in comune si spezza e, purtroppo, in certi casi la separazione è inevitabile.

La situazione si aggrava quando ci sono figli, specialmente minori, e proprietà da dividere. In questi casi, perciò, è bene rivolgersi a un Avvocato Divorzista affinché possa suggerire la strada migliore e, se ci sono i presupposti, preparare il terreno a una separazione congiunta.

[ torna al menu ]

Separazione consensuale in Tribunale

Il nuovo ricorso ex art. 473-bis e seguenti. La Riforma Cartabia ha abrogato tutte le vecchie norme processuali riguardanti i procedimenti di seperazione e divorzio in Tribunale.

L’intento del Legislatore è qello di creare un corpo di norme unico per disciplinare il processo della famiglia. Anzi, si dovrebbe arrivare nei prossimi anni alla creazione del Tribunale per le persone e per la famiglia: in tal modo si unificherà l’attuale assetto giudiziario che rimpalla i cittadini tra Tribunale Ordinario, Tribunale per i minorenni e Giudice Tutelare.

Un unico processo, un unico tribunale, dunque. Per adire il Giudice è, infatti, necessario che l’Avvocato Matrimonialista rediga il ricorso congiunto e lo depositi in Cancelleria. A quel punto il Presidente del Tribunale fisserà l’udienza di comparizione e designerà il giudice relatore. La separazione consensuale è di certo più semplice rispetto a un procedimento di tipo giudiziale – per il quale si rendono necessarie delle memorie difensive da depositare in tempi stretti e perentori.

La separazione in tribunale può, inoltre, essere ottenuta anche con il Patrocinio a spese dello Stato (c.d. Gratuito Patrocinio).

[ torna al menu ]

Separazione con Negoziazione assistita da Avvocati

Degiurisdizionalizzazione. Già da diversi anni è stata istituita la c.d. Negoziazione assistita. Si tratta diuna sorta di “mediazione” che le parti svolgono insieme agli Avvocati.

Fino a oggi, però, questa procedura era a pagamento e a carico dei clienti. Sennonché, la Riforma Cartabia, ha finalmente esteso la coperura del Patrocinio a spese dello Stato anche a questo tipo di attività extragiudiziali.

Il vantggio della negoziazione assistita è che permette alle parti di ottenere una separazione consensuale direttamente tramite un accordo elaborto dagli Avvocati – senza ricorrere al Tribunale. In caso di presenza di figli minori è, però, necessario il visto del Pubblico Ministero.

[ torna al menu ]

Collegamenti esterni

Per approfondire l’argomento trattato nel presente contributo, si consiglia la consultazione dei testi e degli articoli indicati di seguito.

  • Sara Occhipinti, Mediazione e gratuito patrocinio: le novità sugli onorari, in Altalex, Wolteers Kluver Italia, Milano, 11 Settembre 2023, pagina altalex.com.

Nota di copyright

L’immagine inserita nel presente articolo è stata elaborata da www.canva.com.


TORNA SU

/ 5
Grazie per aver votato!